Di origini sarde (Nuoro, 1979), si trasferisce a Bologna per frequentare l'Accademia di Belle Arti, laureandosi in Scenografia (2006). Durante il corso degli studi, la sua poetica espressiva, va via via sempre più nutrendosi del rapporto con la materia, in una sinergia sottile tra gesto/corporeità, espressività pittorica e indagine sulla manifestazione rappresentabile di un legame sottile tra il mondo naturale e quello cognitivo.

Dal 2005 è membro fondatore del Collettivo artistico Società del Torchio (TSSR), con il quale porta avanti una ricerca sperimentale  di installazioni in cui si intrecciano pittura, scultura, video e suono.

Fondatore dell’Ass. Culturale Baba Jaga, collabora alle molteplici attività e ne cura l’immagine comunicativa.
Trasferitosi dal 2010 nell’appennino Tosco - Romagnolo a Ca’ Colmello Casa Laboratorio, residenza multidisciplinare di cui è fondatore (nata dall’esigenza di coniugare la relazione tra l’ambiente naturale e l’esperienza artistica) prosegue e approfondisce la sua

ricerca sia quella pittorica che quella legata ad una forma artigianale di esplorazione della materia lignea: nella sua visione poetica prendono quindi forma tracce silenti del suo rapporto con la natura, dall’aspra terra d'origine di montagne, pietra e boschi di lecci, all’Appennino di calanchi, orizzonti aperti ed essenze arboree. Parallelamente si occupa con continuità dal 2007, anche di grafica, illustrazione, allestimenti scenografici, progetti d’arredamento.

1/1